Libri sotto l’ombrellone – I consigli di Sogni di Carta – Part. 2

Buongiorno!

Eccoci qui con la seconda puntata della rubrica “Libri sotto l’ombrellone”.

Siete pronti a conoscere i titoli di oggi?

Allora non perdiamo tempo e diamo il via ai consigli.

Buona Lettura

 

Mia – Daniela Ruggero

Un romanzo capace di toccare le corde più sensibili di ogni lettore.

Sofferenza e dolore, delusioni e rimpianti, amore, amore puro, in ogni singola, delicata e nel contempo distruttiva sfaccettatura.

Un romanzo di denuncia e formazione unico nel suo genere.

 

 

Arcana Permutatio – Mara W. Cassardo

Percorso esoterico dell’evoluzione del sé che, attraverso un viaggio introspettivo che abbraccia pochi giorni e secoli interi, condurrà verso una consapevolezza che non ci si aspetta e che affascina e spaventa con la stessa intensità.

 

 

 

 

Non è un paese per vecchi – Corman McCarthy

Uno dei più grandi scrittori viventi dipinge un affresco in cui c’è tutta l’America: i sogni, le paure, la follia, la violenza, il cinismo e la disillusione.

La scrittura di McCarthy, essenziale e affilata come una lama sottile, crea una tensione legata, ancora più che all’azione, all’interiorità dei protagonisti e ai loro pensieri.

Incastonato nel paesaggio desertico e sconfinato dei confini tra USA e Messico, il romanzo ha ispirato i fratelli Coen che, con la loro trasposizione cinematografica, hanno conquistato gli Oscar 2008 per il miglior film, miglior regia e migliore sceneggiatura non originale.

 

Il cavaliere nero – Pietro Tulipano

Uno dei migliori racconti dell’anno.

Un eroe ossessionato da un’ombra, incapace di comprendere se si tratti di un sogno o della realtà.

Una lettura piacevole e appassionante, resa armonica e scorrevole dal talento puro di Pietro Tulipano: per gli amanti fantasy, gli irriducibili che non vanno mai in vacanza.

 

 

Il grande classico

Il ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde 

Capolavoro della letteratura inglese che celebra il culto della bellezza raccontando, allo stesso tempo, di come lo stesso possa portare l’uomo a condurre una vita dissoluta e immorale al punto da sfociare nel crimine.

Il romanzo, pubblicato nel 1891, sollevò aspre polemiche anche a causa dei numerosi aforismi contenuti, che manifestano apertamente il pensiero anti-conformista di Wilde.

Un libro che non può mancare nella vostra biblioteca personale e che, a distanza di oltre un secolo, offre spunti di riflessione quanto mai attuali sulla discrepanza tra l’apparire e l’essere

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...